Il 2018 della logistica e dell’e-commerce in Italia

All’inizio di ogni nuovo anno si cerca sempre di tirare le somme dell’anno appena trascorso cercando di evidenziare aspetti ed esperienze positive.

L’e-commerce è un settore in netta crescita e il 2018 è stato una forte conferma in tal senso.

Ecco alcuni dei dati più significativi attorno alla sfera del commercio elettronico e della logistica per e-commerce del 2018.

Non si ferma l’e-commerce B2C italiano

L’e-commerce B2C italiano non conosce tregua e continua la sua crescita. Alessandro Perego, Responsabile Scientifico degli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano, racconta i numeri del mercato italiano dell’e-commerce: nel 2018, l’e-commerce ha raggiunto un valore di 27,4 miliardi di euro con un aumento del 16% rispetto al 2017. La crescita del mercato in valore assoluto è stata di 3,8 miliardi.

Gli acquisti online di prodotti guadagneranno sempre più terreno facendo registrare un tasso di crescita quattro volte superiore ai servizi.

I settori più performanti sono: Informatica ed Elettronica (+18%) con 4,6 miliardi di euro, Abbigliamento (+21%) che passa da 2,4 miliardi nel 2017 a circa 3 miliardi nel 2018 e l’Editoria (+25%) con 1 milione di euro. I settori che da qualche anno vengono considerati emergenti segnano performance addirittura superiori: Food & Grocery (+34%) che passa da 0,83 miliardi di euro del 2017 a 1,1 miliardi, Beauty (+29%) con quasi 430 milioni, Arredamento e home living (+44%) a quota 1,26 miliardi, Auto e Ricambi (+26%) che sfiorano i 610 milioni.

 

La scalata della logistica in outsourcing

Nell’e-commerce l’uso di magazzini centralizzati da usare come hub logistici, la messa a sistema dei processi logistici e l’attenzione alle consegne dell’ultimo miglio sono ormai elementi cardine. L’affidamento dei servizi logistici a 360° a realtà esperte sta diventando quindi un fattore determinante e strategico.

I dati dell’Osservatorio Contract Logistic del Politecnico di Milano lo confermano: la contract logistic, la logistica in outsourcing, continua la sua “scalata” con un aumento di fatturato dello 0,6% rispetto al 2017, valutato in 82 miliardi di euro.

I vantaggi

L’esternalizzazione dei servizi logistici permette al committente di focalizzarsi sul proprio core business, guadagnare flessibilità e competitività con conseguente riduzione dei costi.

Affidarsi all’esperienza di aziende specializzate aumenta di conseguenza l’efficienza del proprio business:

– aumenta la velocità dell’offerta e permette al bene (o servizio) di arrivare in tempi brevi sul mercato;

– permette di avere risposte molto rapide in caso di carenze del personale (festività, incidenti..), essendo in attività 365 giorni l’anno;

– l’imprenditore non deve sostenere le spese per infrastrutture e tecnologie perché è un costo che sostiene il soggetto esterno.

 

Black Friday e Cyber Monday 2018: sorpasso netto al 2017

Secondo i rilevamenti di IDEALO, celebre comparatore di prezzi, riguardo al Black Friday 2018, si può osservare un’impennata sulle intenzioni di acquisto per l’Italia pari al +25,1% rispetto al 2017.

Anche la Black Week 2018, da lunedì 19 a venerdì 23 Novembre, ha registrato un dato positivo (+55%) rispetto ai valori della “settimana media”.

La classifica delle categorie e dei prodotti

La classifica delle categorie di prodotto più gettonate per il Black Friday 2018, vede una netta propensione verso il settore tecnologico, in particolar modo verso gli smartphone. Presenti anche diverse categorie di prodotto per la casa e per lo sport, in linea con quanto accaduto già nel 2017. Ecco la classifica delle prime dieci categorie stilata da IDEALO:

1.  Smartphone – 10,2%
2. Televisori – 4,2%
3. Sneakers – 2,9%
4. Asciugatrici – 2,8%
5. Cuffie – 2,1%
6. Tablet – 2,0%
7. Casse – 2,0%
8. Notebook – 1,6%
9. Console di gioco – 1,6%
10. Aspirapolvere – 1,4%

 

La “Carta d’identità” dell’utente online italiano

Secondo i dati di Google Analytics, gli italiani hanno utilizzato diversi device per gli acquisti durante il Black Friday: la novità rispetto allo scorso anno è il sorpasso dello smartphone (52,8%) nei confronti del PC (41,1%) per fare acquisti, mentre rimane ancora limitato l’uso del tablet (6,0%). Sempre attraverso lo strumento di analisi di Google, è emerso che le regioni Lombardia( 25,9%) e Lazio (17,6%) sono le più attive con Roma (17,8%) e Milano (17,5%) a contendersi lo scettro di città con più acquisti online.

Come per l’e-commerce in generale, gli uomini si mostrano in prima linea: 63,6% a fronte del 36,4% di  utenti donne. Nella classifica per età troviamo al primo gradino del podio gli utenti tra i 35 e i 44 anni (27,9%), seguiti dalla fascia dei 25-34 anni (22,9%) e terzo gradino del podio per gli utenti dai 45 ai 54 anni (con il 21,2%). Più indietro troviamo la fascia d’età 55-64 anni (12,2%), quella dai 18 ai 24 anni (con il 9,2%) e infine gli over 65 (per il 6,5%), probabilmente per minori possibilità di spesa o per minor attitudine all’utilizzo degli strumenti online.

Per quanto riguarda il Cyber Monday 2018, le intenzioni di acquisto sono aumentate del 40,8% rispetto al 2017. Ecco la classifica delle prime dieci categorie stilata da IDEALO:

1. Smartphone – 9,0%
2. Televisori – 3,8%
3. Casse – 2,6%
4. Asciugatrici – 2,6%
5. Sneakers – 2,3%
6. Notebook – 1,9%
7. Tablet – 1,8%
8. LEGO – 1,5%
9. Cuffie – 1,5%
10. Aspirapolvere – 1,2%

 

Acquisti natalizi? sempre più online!

Nel periodo dal 1 dicembre al 24 dicembre 2018, SIA, società italiana che eroga servizi per il settore bancario e per i pagamenti elettronici, ha gestito complessivamente 278 milioni di operazioni con carte, in aumento di quasi il 25% rispetto ai 223 milioni dello stesso periodo 2017.

In particolare, il 20% circa del totale dei pagamenti con carte ha riguardato gli acquisti su siti di e-commerce per un totale di 55 milioni di transazioni , registrando un +7,8% rispetto allo stesso periodo del 2017. Probabilmente anche Babbo Natale ha ordinato una slitta su internet!

 

Gli acquisti si fanno da smartphone

L’Italia conferma la propria propensione verso gli acquisti via mobile. Secondo una ricerca effettuata da Mastercard, l’85% degli italiani ha dichiarato di utilizzare i propri dispositivi mobile per fare shopping: Il 34% lo usa spesso e il 14% sempre. l’Italia è uno dei Paesi con la più alta attitudine dei propri cittadini al mobile shopping.

“Non c’è dubbio che il passaggio allo shopping mobile stia trasformando il commercio in tutto il continente, Italia compresa. Gli italiani hanno adottato le innovazioni di pagamento facendo proprie nella loro vita quotidiana.” afferma Michele Centemero, Country Manager Mastercard Italia.

Ad incentivare le spese via mobile sono sicuramente velocità, facilità e la possibilità di fare l’operazione con un semplice click. Gran parte degli intervistati italiani preferisce comprare da casa, sul divano (85%), dal letto (21%) o a lavoro (14%) e predilige la fascia di orario 17:00-21:00 infrasettimanale (49%).

Abbigliamento e accessori (51%), elettronica (50%), libri (45%) e viaggi (45%) sono in testa alle preferenze degli italiani per gli acquisti via mobile.

 

Sarà così anche nel 2019?

 

Scopri i nostri servizi di logistica per e-commerce

Contattaci e raccontaci il tuo progetto!



Lascia un commento