Innovazioni logistiche in Italia e in Europa

La crescita dell’e-commerce sta rivoluzionando la logistica. Anche l’Italia è al lavoro per ricercare nuove soluzioni logistiche. Questa è una sfida che richiede enormi investimenti, nuove modalità operative e un cambio della cultura imprenditoriale.

I punti importanti da tenere in considerazione sono:

– l’aumento dei punti di consegna: se fino a qualche anno fa i punti di consegna erano relativamente pochi ora si moltiplicano, perché bisogna raggiungere gli acquirenti nelle loro residenze;

– la riduzione della dimensione di consegna: il pacco può contenere anche un singolo piccolo oggetto;

– l’espansione dell’orario di consegna, che comprende anche i giorni prefestivi e le ore serali;

– la riduzione del tempo di consegna: i grandi e-commerce ci stanno ormai abituando alla consegna al giorno successivo, o addirittura a poche ore dall’ordine;

– l’intera filiera logistica deve costare poco.

 

A Milano l’ultimo miglio è green

Milano si dimostra sempre più attenta all’ambiente e alla sostenibilità, anche nella logistica. Lo scorso 6 marzo ha preso il via la sperimentazione del primo servizio di logistica e consegna a domicilio interamente realizzato con mezzi green.
Il servizio, sviluppato da For-services, disporrà di nove furgoni totalmente elettrici e due bici cargo a pedalata assistita, che si occuperanno della logistica dell’ultimo miglio per i clienti degli undici punti vendita della GDO presenti nell’area compresa tra Porta Romana e Vettabbia.

I mezzi copriranno un’area di circa venti chilometri quadrati e serviranno circa 2.000 clienti per un totale di circa 50.000 consegne annue.
L’alimentazione totalmente elettrica dei mezzi consentirà una autonomia di circa 70 ore di viaggio oltre a un risparmio di circa 22 tonnellate di Co2 annue immesse nell’atmosfera, contribuendo di fatto a migliorare la qualità dell’aria nella zona.

 

 “Scegli tu” dove ricevere la merce

4 e-shopper su 10, secondo i dati del Politecnico di Milano, non possono contare su un indirizzo presidiato per tutta la giornata dove far recapitare i pacchi. Nasce con quest’obiettivo “Scegli tu”, il nuovo servizio di Poste Italiane rivolto agli operatori e-commerce che permette ai consumatori di personalizzare la consegna dei prodotti.

L’acquirente che deciderà di avvalersi del servizio riceverà da Poste Italiane una notifica, via posta elettronica o Sms, che conterrà la data prevista di consegna e un link al sito attraverso il quale potrà cambiare la data di recapito, richiedere la consegna a un altro indirizzo, a un vicino di casa, in un luogo sicuro, o ancora predisporre il ritiro presso uno degli uffici postali sul territorio, in uno dei “locker” self service o in uno dei punti di consegna dei negozi Punto Poste. La rete di portalettere di Poste assicurerà consegne a domicilio anche nel tardo pomeriggio e nei weekend.

 

Consegna nel bagaglio dell’auto

La posizione dell’auto e il numero di targa potranno presto fungere da nuovo indirizzo di consegna. Il progetto di Škoda Auto DigiLab in collaborazione con Alza.cz e Rohlik.cz è sbarcato in Europa.

Il sistema permette al corriere di posizionare il pacco direttamente nel bagagliaio dell’auto, con l’obbligo di accedervi in un periodo ristretto di tempo, stabilito dal cliente.

Per sfruttare questo metodo di consegna, il cliente deve acconsentire alla consegna tramite App per smartphone. Quando l’ordine viene confermato, il corriere può quindi vedere tramite GPS la posizione dell’auto. Il corriere posiziona il pacco, richiude l’auto tramite l’app e al cliente viene notificata l’avvenuta consegna.

 

Autostrada elettrica

In Europa la stanno già sperimentando Svezia e Germania, negli Stati Uniti ci ha pensato la California. Adesso anche l’Italia potrebbe avere la sua prima autostrada elettrificata, per un trasporto delle merci su gomma a impatto zero.

A candidarsi potrebbe essere l’A35 Brebemi, che collega Brescia con Milano, grazie a un progetto che vede schierati Cal (Concessioni autostradali lombarde), Siemens (il colosso tedesco dell’elettrificazione), Scania (il gruppo svedese che produce veicoli industriali) e i ministeri dei Trasporti e dell’Ambiente.

Il progetto prevede una prima fase di studio che avrà una estensione massima utile per tarare il sistema nel tratto compreso tra Calcio e Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo, per una lunghezza complessiva di circa 6 chilometri. Una volta verificata l’efficacia, l’efficienza e la sostenibilità economica dell’operazione, sarà possibile procedere all’elettrificazione dell’intera autostrada, attraverso l’impiego di pannelli fotovoltaici.

 

Scopri tutti i nostri servizi di logistica per e-commerce

Contattaci e raccontaci il tuo progetto!

 

Fonti

www.corrierecomunicazioni.it

www.ecommercemonitor.it

www.logisticanews.it

www.ilsole24ore.com



Lascia un commento