L’E-commerce non è per soli giovani

E-commerce materia esclusiva dei soli giovani? Assolutamente no!

E’ questo quello che emerge dalla ricerca effettuata da Idealo tra il 19 Febbraio 2018 e il 18 Febbraio 2019, che pone la lente di ingrandimento sulla fascia considerata meno interessata o non digitalizzata: gli Over 55. Essi rappresentano sì la percentuale minore dell’e-commerce italiano (il 20,4% di tutti i visitatori di idealo Italia), ma nel periodo preso in esame, hanno comparato prezzi ogni giorno per il +24,3% rispetto allo scorso anno.

 

La carta d’identità digitale dell’over 55 italiano

– Il 62,2% delle ricerche sono effettuate da uomini, contro il 37,8% di ricerche effettuate da donne;

– Le ricerche vengono effettuate da desktop (47,2%) da mobile (41,4%) e in ultima posizione da tablet (11,4%). Android e Windows sono i sistemi operativi decisamente preferiti (rispettivamente 44,5% e 44,2%); iOS usato sono nel 6,3% dei casi;

– L’orario di navigazione preferito è tra le 18 e le 19 di sera, con una crescita costante dalle 13 in poi nel corso di tutto il pomeriggio. Il giorno della settimana preferito, invece, il lunedì (15,3%);

– Le cinque regioni italiane dove idealo ha rilevato un maggior numero di ricerche effettuate sono Lazio, Lombardia, Liguria, Toscana ed Emilia-Romagna;

– Centro e Nord-Est sembrano essere le due macro aree italiane dove gli utenti sono disposti a spendere online un budget maggiore.

 

Quali sono i prodotti più ricercati dagli over 55?

Le dieci categorie con il maggior numero di ricerche sono state:

– smartphone;

– frigoriferi;

– televisori;

– lavatrici;

– profumi donna;

– sneakers;

– scarpe da corsa;

– obiettivi fotografici;

– aspirapolvere;

– piani cottura.

Tra le curiosità, idealo ha rilevato interesse per quelli che potrebbero essere regali per i nipotini (come bambole, bici per bambini, mini passeggini o barbie) ma anche nei confronti di prodotti vintage come giradischi e di prodotti per cani e gatti.

 

Cambiano le abitudini di acquisto

Nexive, primo operatore privato del mercato postale nazionale, ha tracciato lo scenario dell’e-commerce nel nostro Paese e l’evoluzione delle abitudini di acquisto degli Italiani, in linea con i cambiamenti del nostro stile di vita.

Lo studio, condotto in Italia in collaborazione con Erasmus University di Rotterdam a Novembre 2018, spiega come gli Italiani acquistano sempre più frequentemente prodotti online: il 42% lo fa almeno una volta al mese, il 39% almeno una volta a settimana.

Abbigliamento e accessori sono i prodotti più acquistati: il 29% sono prodotti del fashion, il 25% prodotti per il tempo libero e al terzo posto prodotti di elettronica con il 19%

La consegna a casa è la modalità privilegiata di recapito, preferita dall’85% degli intervistati; tuttavia il 30% ha usufruito almeno una volta della consegna presso un punto di ritiro e il 75% si è detto soddisfatto dell’esperienza.

Un fattore davvero importante emerso dalla ricerca è la vicinanza del punto di ritiro: per il 38% poter essere raggiungibile in un tempo massimo di 10 minuti in auto (55%) o a piedi (38%) e gli orari di apertura facilmente accessibili. Il 24% infatti preferisce ritirare i propri acquisti online dopo le 18:00. Agli Italiani inoltre non dispiacerebbe poter ritirare i propri pacchi in luoghi come supermercato (29%), tabaccaio (18%), edicola (15%) o benzinaio (4%).

Le modalità con cui facciamo acquisti si stanno evolvendo, in linea con i cambiamenti del nostro stile di vita: oggi viviamo infatti sempre più connessi, possiamo acquistare prodotti e servizi di brand di tutto il mondo in ogni momento della giornata, nel weekend e, grazie a smartphone e tablet, anche in mobilità”, commenta Michel Bagli, Direttore marketing e Comunicazione Nexive. “La logistica risulta un elemento sempre più cruciale per supportare l’eCommerce, offrendo servizi evoluti in grado di rispondere alle esigenze di imprese e cittadini al passo con i nuovi trend tecnologici. Dedicare attenzione all’esperienza di delivery – il cosiddetto “ultimo miglio”è diventato quindi imprescindibile perché determina la percezione di tutto l’acquisto online: il web shopper ricorda infatti sempre con precisione chi gli ha recapitato il pacchetto, se la consegna (che sia a casa o un in punto di ritiro) è stata efficace. Di conseguenza, un utente soddisfatto e che ha ricevuto puntualmente la merce, sarà più incline a riaffidarsi al web per i suoi acquisti futuri. Per essere competitivi, è infatti fondamentale poter offrire una consegna che sia sempre più fluida e integrata”.

 

Fonte: ecommercemonitor.it

 

Guarda tutti i nostri servizi di logistica per e-commerce!

Contattaci e raccontaci il tuo progetto!



Lascia un commento