Logistica per il periodo natalizio: guida alla sopravvivenza

Sopravvivere durante il periodo degli acquisti natalizi? E’ possibile, ma con alcune linee guida fondamentali!

Il periodo di Natale è un momento decisivo per la propria attività: è previsto infatti un aumento degli ordini del 12.4% con oltre 315 milioni di spedizioni in tutto il mondo.

Pianificare e preparare la gestione logistica e delle spedizioni è la leva per affrontare (e vincere) la competizione. Scegliere il giusto partner logistico è uno degli aspetti strategici per chi affronta il mercato delle vendite online, soprattutto in periodi come questo.

 

Logistica fa rima con fidelizzazione

Perché un cliente si fidelizza ad un e-commerce?

Perché l’esperienza d’acquisto che sostiene è di qualità. E gran parte del merito va alla logistica.

La conferma arriva direttamente da una recente ricerca del Consorzio Netcomm: oltre il 70% degli utenti web si fidelizza ad una piattaforma proprio a seguito della buona esperienza di consegna. Un’esperienza che inizia per il 39,6% degli utenti proprio informandosi sulle tempistiche e sulle modalità di spedizione ancor prima di iniziare il processo d’acquisto.

Alla logistica è chiesto quindi di essere puntuale ed economica, ma anche comoda.

 

Punti di ritiro: aumenta la richiesta

Negli ultimi tempi si è registrato un aumento della richiesta, da parte degli utenti web, di poter ritirare la merce in punti diversi dal proprio domicilio. La spinta arriva proprio dalla ricerca della massima comodità senza vincoli di orario e la possibilità di evitare lo stress derivante dalla mancata consegna. La possibilità di avere diversi punti di spedizione dislocati nei centri più strategici d’Italia riduce i tempi di lavorazione e accelera le spedizioni. La situazione italiana è la seguente:

– la consegna a domicilio resta la modalità preferita per l’ 84% degli utenti;

– il 13% sceglie un indirizzo diverso (in primis l’ufficio);

– il resto un altro punto di ritiro fisico.

La formula click and collect attira sempre più clienti, perchè offre la possibilità di recarsi direttamente nel punto vendita per il ritiro, utile anche per una strategia omnichannel.

 

Reso & Packaging

Sono elementi fondamentali: politiche di reso semplici e chiare danno sicurezza al cliente, che risulterà maggiormente disposto ad effettuare l’ordine. Il packaging personalizzato è un elemento apprezzato in ogni periodo dell’anno, perché differenzia da altri brand e crea riconoscibilità. Ma, soprattutto a Natale, a chi non piacerebbe ricevere un pacco personalizzato, funzionale, semplice da aprire e realizzato con materiali ecosostenibili?

Un’esperienza d’acquisto completa, un pacco da mettere orgogliosamente sotto il proprio albero!

 

Servizi a valore aggiunto: non più ciliegina ma parte importante della torta

Nell’accompagnare al meglio il cliente nel suo “viaggio” o customer journey, i servizi a valore aggiunto hanno visto crescere notevolmente la loro importanza: sono offerti principalmente per coordinare e ottimizzare il last mile logistico, ovvero il momento della consegna e del ritiro della spedizione.

– Il preavviso di consegna, scelto di uno slot orario, consegna su appuntamento o tracking avanzato;

– I servizi di pagamento alla consegna (con carte, con contanti, con assegni, presso il locker);

– I servizi di installazione/montaggio, ritiro dell’usato, consegna ad un determinato piano;

– I servizi per la consegna di merce voluminoso e pesante.

Ecco un grafico realizzato dal Consorzio Netcomm che offre una panoramica sui servizi a valore aggiunto più richiesti per l’anno 2017.

Servizi a valore aggiunto, Logistica e-commerce, Logistica last mile

 

Lo shopping italiano è Mobile

Come verranno effettuati gli acquisti online in questo Natale? Con il proprio smartphone!

L’80% dei cittadini europei utilizza i propri dispositivi mobili per fare shopping. Questo è il risultato dell’indagine pan-europea European Mobile Commerce Study a cui hanno preso parte oltre 18.000 partecipanti, studio realizzato da Mastercard in collaborazione con la società di ricerche di mercato Innofact.

E l’Italia? L’85% degli italiani ha dichiarato di utilizzare i propri dispositivi mobile per fare shopping. Il 34% lo usa spesso e il 14% sempre. Insieme alla Germania e alla Polonia e subito dietro a Spagna e Irlanda, l’Italia è il Paese con la più alta attitudine dei propri cittadini al mobile shopping.

“Gli italiani non hanno fatto solo entrare lo shopping via mobile nella loro quotidianità ma lo preferiscono perché è veloce, facile e sicuro”, afferma Michele Centemero, Country Manager Mastercard Italia. “Per il prossimo Natale lo studio evidenza una forte propensione dei nostri connazionali a effettuare acquisti attraverso gli smartphone, utilizzando il loro tempo libero per comprare regali comodamente da casa o durante i viaggi sui mezzi pubblici”.

Un sito e-commerce responsive, facilmente navigabile da mobile, in aggiunta a tutti gli ingredienti logistici e a valore aggiunto, possono comporre la ricetta perfetta per questo Natale!

 

Contattaci e raccontaci il tuo progetto!

Scopri tutti i nostri servizi di logistica per e-commerce



Lascia un commento